Tour de France 2010: ad Arenberg trionfa Hushovd, Cancellara torna in giallo

Wallers, martedì 6 luglio 2010
La terza tappa in linea del Tour de France 2010, quella con il pavé e le strade della Parigi-Roubaix, va al norvegese Thor Hushovd, trionfatore in una volata ristretta tra sei corridori. Nel gruppetto anche Andy Schleck, Cadel Evans e Fabian Cancellara, che dopo solo un giorno si riprende la maglia gialla approfittando del distacco di 3'58" accumulato da Sylvain Chavanel (ieri vincitore).

Thor Hushovd (qui fotografato all'Omloop Het Nieuwsblad 2009) ha vinto la terza tappa del Tour de France 2010

ResocontoModifica

La tappa prende il via da Wanze, in Belgio, mentre l'arrivo è posto all'inizio della foresta di Arenberg, nel comune di Wallers, in Francia, dopo 213 chilometri di percorso. Sette i tratti complessivi di pavé, quelli di Ormeignies (300 metri), Hollain (1200 m) e Rongy (600 m) in territorio vallone, e quelli Sars-et-Rosières (2400 m), Tiloy-lez-Marchiennes (2500 m), Wandignies-Hamage (3700 m) e Haveluy (2300 m) nel dipartimento Nord francese.

Già dopo 11 chilometri davanti si forma un gruppetto di sette fuggitivi: sono il canadese Ryder Hesjedal, il britannico Steve Cummings, i francesi Pierre Rolland e Stéphane Augé, il russo Pavel Brutt, il tedesco Roger Kluge e lo spagnolo Imanol Erviti. Il miglior piazzato nella generale tra essi è Hesjedal, della Garmin-Transitions, 27º a 3 minuti e 43" da Chavanel. I sette raggiungono un vantaggio massimo di 4'35", dopo 45 chilometri. Dietro, a tirare il gruppone sono soprattutto il Team Saxo Bank e il Cervélo TestTeam. Si registrano alcune cadute, tra cui, al km 113, quella di David Le Lay che trascina giù con sé un'altra decina di ciclisti; lo stesso Le Lay si ritira. Ai meno 63 cade anche Simon Gerrans, ma, pur ferito allo zigomo, riparte; ai meno 41 altro incidente: cadono, e ripartono, anche Damiano Cunego, Adriano Malori e Charlie Wegelius.

La svolta della corsa arriva ai 27 chilometri dal traguardo, quando sul terzo tratto di pavé una caduta, che coinvolge anche Fränk Schleck (poi ritiratosi) e Mark Cavendish, fa esplodere il gruppone fino a quel momento compatto all'inseguimento dei sette fuggitivi. Questi vengono pian piano tutti ripresi tranne uno, il canadese Ryder Hesjedal, che resta solo davanti (per 18 chilometri condurrà la corsa in solitaria). Alle sue spalle il gruppetto dei cinque composto da Andy Schleck, Cadel Evans, un grande Fabian Cancellara (è quasi sempre lui a tirare), il britannico Geraint Thomas e Thor Hushovd, recupera inesorabilmente. Ancora più indietro, a causa della caduta, si sono delineati diversi altri plotoncini: uno con, tra gli altri, Lance Armstrong e i suoi gregari, ancora più indietro uno più folto, con anche Alberto Contador, Denis Menchov e la maglia gialla Sylvain Chavanel. Ai 20 dall'arrivo il gruppo Cancellara è a 37" da Hesjedal, quello di Armstrong a un minuto, quello dello spagnolo campione in carica a 1'40".

Ma ai 16,6 chilometri dal traguardo ecco un altro colpo di scena, importante per lo scenario della classifica generale: sul pavé fora Lance Armstrong. Il texano perde più di un minuto tra attesa e sostituzione della ruota; percorre un bel tratto scortato (o per meglio dire trainato) dal solo compagno Jaroslav Popovyč, ma riesce nell'arco di circa dieci chilometri a rientrare su un gruppo più ampio. Ai 6,8 chilometri dal traguardo termina l'ultimo tratto di pavé, e poche centinaia di metri dopo Ryder Hesjedal viene ripreso dai cinque inseguitori; il canadese vede così svanire il sogno di una vittoria solitaria, ma sarà comunque ricompensato col premio per la combattività al termine della frazione. La volata ristretta vede trionfare come previsto il favorito Thor Hushovd, campione nazionale norvegese in forza al Cervélo TestTeam e maglia verde al Tour lo scorso anno. Secondo è Geraint Thomas, terzo Cadel Evans, sicuramente soddisfatto, così come Andy Schleck, per come si è evoluto l'andamento della tappa.

A 53 secondi di distacco giunge il gruppetto di Alexandre Vinokourov e Bradley Wiggins, mentre Contador, fino a poco prima con loro e rimasto leggermente attardato nell'ultimo chilometro, taglia il traguardo perdendo 1'13" da Evans e Schleck. Lance Armstrong arriva a 2'08", Ivan Basso e Tony Martin a 2'25". La maglia gialla Chavanel, vittima di due distinte forature sul pavé, giunge all'arrivo, come detto, con 3'58" dal vincitore.

Il simbolo del primato ritorna quindi sulle spalle di Fabian Cancellara; secondo nella generale adesso è Geraint Thomas, campione nazionale britannico, a 23", mentre al terzo posto, staccato di 38", si installa il campione del mondo Cadel Evans. Andy Schleck è sesto a 1'09" da Cancellara, Alberto Contador nono a 1'40", Lance Armstrong 18º a 2'30", Ivan Basso 49º a 3'20". La maglia verde passa a Hushovd, quella bianca a Geraint Thomas; la maglia a pois resta a Jérôme Pineau.

E domani frazione da Cambrai a Reims, senza particolari difficoltà e piuttosto breve (153,5 chilometri), l'ideale per recuperare le fatiche della giornata di oggi: previsto, a meno di fughe da lontano, un arrivo in volata.

RisultatiModifica

Classifica di tappaModifica

Wanze > Arenberg Porte du Hainaut – 213 km
# Corridore Squadra Tempo
1   Thor Hushovd   Cervélo 4h49'38"
2   Geraint Thomas   Sky s.t.
3   Cadel Evans   BMC s.t.
4   Ryder Hesjedal   Garmin s.t.
5   Andy Schleck   Saxo Bank s.t.
6   Fabian Cancellara   Saxo Bank s.t.
7   Johan Van Summeren   Garmin a 53"
8   Bradley Wiggins   Sky s.t.
9   Jurgen Van Den Broeck   Omega Pharma s.t.
10   Alexandre Vinokourov   Astana s.t.

Classifica generale - Maglia giallaModifica

# Corridore Squadra Tempo
1   Fabian Cancellara   Saxo Bank 14h54'00"
2   Geraint Thomas   Sky a 23"
3   Cadel Evans   BMC a 39"
4   Ryder Hesjedal   Garmin a 46"
5   Sylvain Chavanel   Quick Step a 1'01"
6   Andy Schleck   Saxo Bank a 1'09"
7   Thor Hushovd   Cervélo a 1'19"
8   Alexandre Vinokourov   Astana a 1'31"
9   Alberto Contador   Astana a 1'40"
10   Jurgen Van Den Broeck   Omega Pharma a 1'42"

Classifica a punti - Maglia verdeModifica

 
Thor Hushovd, vincitore di oggi e nuova maglia verde, è campione nazionale norvegese in carica
# Corridore Squadra Punti
1   Thor Hushovd   Cervélo 63
2   Geraint Thomas   Sky 49
3   Sylvain Chavanel   Quick Step 44
4   Robbie McEwen   Katusha 38
5   Fabian Cancellara   Saxo Bank 37

Classifica squadre - Numero gialloModifica

# Squadra Tempo
1   Team Saxo Bank 44h45'55"
2   Garmin-Transitions a 11"
3   Sky Pro Cycling a 22"
4   Astana a 2'21"
5   BMC Racing Team a 2'50"

Classifica scalatori - Maglia a poisModifica

# Corridore Squadra Tempo
1   Jérôme Pineau   Quick Step 13
2   Sylvain Chavanel   Quick Step 8
3   Rein Taaramae   Cofidis 8
4   Maxime Monfort   HTC-Columbia 5
5   Matthew Lloyd   Omega Pharma 4

Classifica giovani - Maglia biancaModifica

# Corridore Squadra Tempo
1   Geraint Thomas   Sky 14h54'23"
2   Andy Schleck   Saxo Bank a 46"
3   Roman Kreuziger   Liquigas a 2'01"
4   José Joaqín Rojas   Caisse d'Ep. a 2'12"
5   Tony Martin   HTC-Columbia s.t.

Premio combattività - Numero rossoModifica

# Corridore Squadra Tempo
1   Ryder Hesjedal   Garmin

FontiModifica