Topolino raggiunge il numero 3000

mercoledì 22 maggio 2013 È uscito questa mattina nelle edicole il numero 3000 di Topolino, il celebre settimanale a fumetti con le storie della Banda Disney; il fumetto, il cui primo numero è uscito nell'aprile 1949, ha festeggiato l'evento con uno speciale doppio numero

Topolino in realtà nasce oltre 80 anni fa, nel dicembre del 1932: si presenta all'inizio in formato giornale, edito inizialmente dalla Casa Editrice Nerbini salvo poi passare a Mondadori nel 1935.

Dopo varie vicissitudini, nel 1949 Topolino "giornale" lascia spazio ad un nuovo albo, questa volta mensile, il cosiddetto Topolino "libretto", con cui riparte la numerazione; fino al 1952 la pubblicazione si mantiene mensile, per poi passare a quindicinale e nel 1960, finalmente, a settimanale, dopo essere tornato in carico alla Disney. Da allora Topolino si è dimostrato un fumetto in continua crescita ed evoluzione, sempre ben accolto dal pubblico, che proprio oggi ha fatto esaurire le copie in moltissime edicole.

In quanto a traguardi storici, il numero 1000 era uscito il 26 gennaio 1975, il 2000 invece il 27 marzo 1994.

Il numero 3000Modifica

Il numero 3000 segna il traguardo storico del terzo migliaio: l'albo uscito oggi ha un formato doppio rispetto al solito (oltre 320 pagine) e contiene 14 storie in cui si fa riferimento, a vario titolo, al numero "3000" e in cui compaiono moltissimi personaggi della Banda Disney, compresi alcuni assenti da tempo; personaggi che compaiono fin dalla copertina, più "affollata" delle precedenti copertine celebrative ma ugualmente d'effetto.

A presentare ogni storia una pagina "tematica" sui personaggi coinvolti e, tra una storia e l'altra, gli omaggi disegnati da tutti i fumettisti di Topolino; in calce ad ogni pagina, poi, si possono trovare gli auguri che sia personaggi famosi che i lettori stessi avevano inviato alla redazione nelle scorse settimane.

Tra le rubriche si trovano anche i risultati del sondaggio lanciato alcuni mesi fa tra i lettori, "In quale personaggi ti identifichi?": la maggioranza si è detta affine a Paperino, e in ottima posizione troviamo anche Zio Paperone, Topolino stesso, Archimede e Paperoga.

Una speciale "caccia al tesoro" coinvolge infine il sito internet della testata, dove si nasconde una tavola "scomparsa" che costituirebbe un finale alternativo per una delle storie del volume.

FontiModifica