Roma: cede via Zenodossio, una perdita idrica come possibile causa

Roma, sabato 29 maggio 2021

Lo scorso 25 maggio si è aperta un'imponente voragine in via Zenodossio, in zona Torpignattara (Municipio V), inghiottendo due auto parcheggiate. Sul posto sono poi arrivati la Polizia locale e i Vigili del fuoco che hanno transennato l'area per consentire gli accertamenti del caso. Probabile causa è la rottura di una conduttura idrica che avendo allagato un garage sottostante ha provocato la caduta di un muro di cinta e come conseguenza il cedimento del manto stradale.

Sulla propria pagina Facebook l'assessora ai lavori pubblici di Roma Capitale Linda Meleo ha specificato che la strada è di competenza privata, pur essendo aperta al transito, e che nei giorni passati non vi erano state avvisaglie di un possibile crollo, sebbene la zona sia disseminata di cavità sotterranee risalenti all'epoca Romana antica e medievale. Gli stessi cittadini si erano attivati per segnalarne la pericolosità al municipio locale.

Ciononostante, sia sui giornali che tra gli esponenti politici, sono partiti diversi j'accuse rivolti all'amministrazione comunale sul tema della manutenzione stradale. Non si tratta, in ogni caso, del primo evento del genere in città; solo nei giorni scorsi se ne sono verificati altri in viale dei Colli Portuensi, via Gregorio XI e via Appia Nuova, tra i più importanti.

FontiModifica