Previsioni del tempo per domenica 27 luglio 2008

sabato 26 luglio 2008

Previsioni del tempo sull'Italia per domani domenica 27 luglio 2008.

Italia settentrionaleModifica

   

Sulle regioni settentrionali il cielo è previsto da parzialmente nuvoloso ad irregolarmente nuvoloso,, con possibili temporali sparsi, più probabili sull'arco alpino, sull'Appennino Settentrionale e su tutte le regioni centro-orientali, ove potranno interessare anche le aree pianeggianti e costiere dell'Adriatico settentrionale. Tra il tardo pomeriggio e la serata è prevista una graduale attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni a partire dal settore occidentale, in estensione nel corso della tarda serata e della nottata a quello orientale.

Italia centraleModifica

   

Sulle regioni centrali il cielo è previsto sereno o poco nuvoloso sulla Sardegna e lungo le coste del versante tirrenico, ove però saranno possibili locali addensamenti pomeridiani. Su tutte le altre zone il cielo è previsto da parzialmente ad irregolarmente nuvoloso con possibilità di temporali sparsi, più probabili in prossimità dei rilievi appenninici ma con possibile sconfinamento verso le aree pianeggianti e costiere della Toscana centro-settentrionale, delle Marche, dell'Abruzzo e del medio-basso Lazio. Dalla serata, graduale attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni ad iniziare da ovest.

Italia meridionaleModifica

   

Sulle regioni meridionali è previsto un graduale aumento delle nubi su Molise, Campania, Basilicata, Calabria settentrionale e aree più interne della Puglia, con possibilità di temporali sparsi, più probabili e diffuse lungo la dorsale appenninica ma con possibili locali sconfinamenti verso le aree pianeggianti e costiere del versante tirrenico, in graduale attenuazione dalla serata. Il cielo è previsto invece sereno o poco nuvoloso su Sicilia, Calabria centro-meridionale e coste pugliesi.

Temperature, venti e mariModifica

Le temperature sono previste pressoché stazionarie nei valori minimi, mentre vi sarà una tendenza ad una diminuzione nei valori massimi sulle regioni settentrionali e su parte di quelle centrali.

I venti sono previsti da levante di debole intensità sulle regioni settentrionali, mentre tenderanno a soffiare da maestrale su tutte le altre regioni, con locali rinforzi di brezza lungo le coste.

I mari sono previsti generalmente da poco mossi a mossi, con moto ondoso più accentuato sui mari attorno alle due isole maggiori.

FontiModifica