La Francia ritira il CPE

10 aprile 2006

Il presidente della repubblica francese, Jacques Chirac ha annunciato che sarà ritirato il contratto di primo impiego (il tanto contestato CPE) e sostituito con "un dispositivo teso a favorire l'inserimento professionale dei giovani in difficolta".

Gli studenti e i sindacati hanno a lungo contestato la nuova legge, che avrebbe dato ai datori di lavoro la libertà di licenziare giovani lavoratori sotto i ventisei anni anche senza giusta causa durante un biennale periodo di prova. Il mancato ascolto delle contestazioni ha provocato delle forti violenze negli ultimi due mesi.

I sindacati, che avevano dato un ultimatum al governo che sarebbe scaduto a Pasqua, si sono dichiarati soddisfatti per il ritiro della contestatissima legge.

Notizie correlateModifica

FontiModifica