Il Nobel per la pace 2020 al Programma alimentare mondiale

venerdì 9 ottobre 2020

Il quartier generale del Programma alimentare mondiale a Roma.

Il Comitato per il Nobel norvegese ha deliberato che il premio Nobel per la pace 2020 sia assegnato al Programma alimentare mondiale, anche noto con il nome inglese World Food Programme (WFP). L'agenzia delle Nazioni Unite, che da sempre ha sede a Roma in Italia, si occupa dell'assistenza alimentare ed è ad oggi la più grande organizzazione di stampo umanitario al mondo.

Nelle sue motivazioni il comitato ha sottolineato gli sforzi dell'agenzia nel combattimento alla fame anche e soprattutto in zone dilaniate dai conflitti. Secondo il comitato infatti c'è un innegabile relazione tra le condizioni di carestia e i conflitti armati.

[EN]
« for its efforts to combat hunger, for its contribution to bettering conditions for peace in conflict-affected areas and for acting as a driving force in efforts to prevent the use of hunger as a weapon of war and conflict.  »
[IT]
« per i suoi sforzi nel combattere la fame, per il suo contributo nel miglioramento delle condizioni per la pace in zone di conflitto e per aver agito come protagonista negli sforzi per prevenire l'uso della fame come arma in guerra e conflitto.  »
(Motivazione del Premio Nobel per la pace 2020 )

FontiModifica