Dall'11 maggio il Museo delle Civiltà di Roma ospiterà una mostra sul Qhapaq Ñan

Roma, sabato 8 maggio 2021

Il sistema viario inca o Qhapaq Ñan

A partire da martedì 11 maggio e fino al prossimo 22 agosto il Museo delle Civiltà di Roma, nel quartiere EUR, ospiterà la mostra "Qhapaq Ñan, Il grande cammino delle Ande", organizzata in collaborazione con l'Istituto italo-latino americano (IILA). Essa si prefigge l'obiettivo di esplorare, dal passato al presente, antropologia, archeologia, artigianato, storia e tradizioni del popolo Inca.

Il titolo, in particolare, richiama l'esteso ed avanzato sistema viario inca, che univa e rafforzava la struttura dell'Impero precolombiano e che attualmente attraversa Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Ecuador e Perù per un totale di oltre 30 000 chilometri. Il Qhapaq Ñan è stato inserito tra i beni Patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2014.

La mostra è stata curata da Rosa Jijón, Nuria Sanz, José de Nordenflycht e Donatella Saviola con la collaborazione di Gracia Cutuli, Joaquín Sánchez, Cecilia Vicuña, Gabriel Vanegas, Estefanía Peñafiel Loaiza e Mariano León, che hanno progettato i percorsi, e Claudio Pérez, fotogrago e documentarista che presenta il programma "Qhapaq Ñan ATACAMA", che osseva la resistenza culturale nei territori oggetto della mostra.

Tra i partner figurano: i sei paesi attraversati dalle strade inca attraverso le rispettive ambasciate, le segreterie tecniche del Qhapaq Ñan, l'Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS), Centro interamericano de artesanías y artes populares (CIDAP), Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali (ICCROM), INCAmmino, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). La realizzazione pratica della mostra è stata possibile anche con il supporto della Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, del Banco de Desarrollo de América Latina e di Terna.

FontiModifica