ATAC: rimodulazione del servizio per il coronavirus

Roma, venerdì 13 marzo 2020

Autobus di ATAC

Come già fatto da diverse aziende di trasporto pubblico della penisola anche ATAC rimodulerà il servizio di trasporto pubblico nella Capitale dal 14 marzo 2020, in ottemperanza all'ordinanza emessa dalla regione Lazio. Le restrizioni saranno applicate anche al consorzio privato Roma TPL, che gestisce alcune linee periferiche.

Nel dettaglio
  • entra in vigore l'orario festivo su tutta la rete;
  • il servizio terminerà alle ore 21:00 e sarà quindi temporaneamente soppressa la rete notturna, le corse delle linee con orario prolungato (38-44-61-86-170-246-301-314-404-444-451-664-881-916-980) e il servizio sostitutivo della linea B tra Castro-Pretorio e Laurentina, oltre che le linee ferroviarie (Roma-Lido, Roma-Civitacastellana-Viterbo e Roma-Giardinetti) e quelle metropolitane (A, B e C);
  • le linee 38-44-61-86-170-246-301-314-404-444-451-664-881-916-980 effettueranno il servizio fino alle ore 2:00;
  • l'interruzione della linea B tra Castro-Pretorio e Laurentina continuerà nelle date del 14 e 15 marzo, ma sarà attivo fino alle 21 il servizio bus sostitutivo;
  • i parcheggi di scambio saranno attivi, compatibilmente alla rete metropolitana, tra le 5:15 e le 21:45;
  • la "sosta blu" rimarrà attiva senza modifiche;
  • le biglietterie saranno chiuse nelle stazioni Spagna, Ottaviano, Lepanto, Eur Fermi, Eur Magliana mentre le altre seguiranno l'orario ridotto dalle 7:00 alle 19:00 nei giorni feriali e saranno chiuse nei festivi. La biglietteria di Termini sarà chiusa nei giorni 14-15-21-22 marzo;

Tali misure sono volte sia a ridurre il rischio per i dipendenti delle due aziende che il rischio per i passeggeri dei mezzi, drasticamente diminuiti in seguito all'emanazione del dpcm 9 marzo 2020 e seguenti che autorizzano unicamente gli spostamenti ritenuti essenziali quindi per ragioni lavorative inderogabili e di salute.

FontiModifica