Morto a Roma agente della scorta di Giuseppe Conte

Roma, sabato 4 aprile 2020

È morto oggi Giorgio Guastamacchia, sostituto commissario della Polizia di Stato e agente della scorta del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Guastamacchia, 52 anni lascia la moglie e due figli.

L'agente era stato ricoverato in terapia intensiva presso il policlinico di Tor Vergata verso metà marzo dopo esser stato infettato dal virus SARS-CoV-2 che gli ha provocato una grave polmonite portandolo alla morte. Hanno espresso cordoglio, oltre ai medici del policlinico stesso, il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, e l'ex Presidente del Consiglio, oggi Commissario europeo all'Economia, Paolo Gentiloni.

Stando alle dichiarazioni il poliziotto non ha avuto contatti con il Presidente nei giorni precedenti al suo ricovero né aveva viaggiato sull'auto del premier.

FontiModifica

Wikipedia ha una voce su Polizia di Stato.

Wikipedia ha una voce su SARS-CoV-2.